Darktrace Cyber AI Analyst supera il traguardo di 1 milione di eventi di sicurezza analizzati a settimana

Al Black Hat Talk, Darktrace mostrerà come l’IA abbia potenziato i team della security nelle attività di protezione a livello di Stato nazionale

Milano
martedì 4 agosto 2020

Darktrace, la principale azienda di cyber AI al mondo, annuncia che la sua soluzione Cyber AI Analyst ha effettuato milioni di indagini sulle minacce, imitando i processi del pensiero umano per comprendere in profondità ed esplorare potenziali minacce e definire la gravità di un attacco. Mike Beck, Global CISO di Darktrace, mostrerà le capacità della soluzione a partire da alcuni casi concreti durante il Black Hat USA, in un intervento che si terrà domani, mercoledì 5 agosto alle 10 PDT.

Lanciato lo scorso settembre e frutto di un progetto di ricerca della durata di tre anni condotto dai laboratori di intelligenza artificiale di Darktrace a Cambridge, nel Regno Unito, il Cyber AI Analyst impara osservando gli analisti della security nel mondo mentre eseguono le loro indagini e non rifacendosi semplicemente ad esempi di attacchi precedenti. La tecnologia si interroga sugli avvisi di sicurezza non elaborati, prende in esame il contesto aggiuntivo e si pone domande sulle fonti offerte da terze parti prima di giungere a una conclusione. Utilizzando l’elaborazione del linguaggio naturale, AI Analyst indica ai responsabili delle operations di sicurezza i risultati rilevanti al momento giusto, il tutto nella lingua locale.

Dato che mediamente gli analisti dedicano circa tre ore a ogni indagine di sicurezza, oggi scalare le risorse per poter soddisfare la domanda di triage rapido e accurato è diventato insostenibile; per questo migliaia di organizzazioni fanno affidamento sul Cyber AI Analyst per condurre le indagini insieme al proprio team, con un risparmio di tempo del 92%.

“Cyber AI Analyst rappresenta un punto di svolta”, commenta Laura Tibodeau, CIO di Americas Styrenics. “Porta le persone dal guardare semplicemente un monitor al lavorare davvero come professionisti dell’indagine sulle minacce e riduce in modo notevole il tempo necessario per effettuare una corretta valutazione di tali minacce.”

“Oggi è quasi impossibile per il personale responsabile della sicurezza recuperare tutti i dati e le informazioni di cui hanno bisogno per svolgere un’indagine significativa nel tempo che hanno a disposizione”, aggiunge Mike Beck, Global CISO di Darktrace. “L’indagine sulle minacce basata sull’intelligenza artificiale è diventata di fatto il modus operandi per poter scalare le operazioni di sicurezza e prevenire ulteriori violazioni, come fa Cyber AI Analyst che esegue in media 1,4 milioni di indagini ogni settimana.”

A proposito di Darktrace

Darktrace è l’azienda leader mondiale nell’IA per la cyber defense, inventrice della tecnologia di risposta autonoma.

La sua tecnologia di IA auto-apprendente è modellata sul sistema immunitario umano ed è utilizzata da oltre 3.500 aziende per proteggersi dalle minacce informatiche contro il cloud, la posta elettronica, l’IoT, le reti e i sistemi industriali. Queste minacce includono le minacce interne, lo spionaggio industriale, la compromissione di dispositivi IoT, i malware zero-day, la perdita di dati, i rischi legati alla supply chain e le vulnerabilità di lungo termine alle infrastrutture.

Darktrace conta oltre 1.200 dipendenti in 44 uffici, tra cui Milano e Roma, con la doppia sede a San Francisco e Cambridge, nel Regno Unito. Ogni 3 secondi, l’IA di Darktrace risponde a una minaccia informatica, impedendole di causare danni alle organizzazioni.