Sicurezza delle e-mail

Le e-mail rimangono uno dei vettori di attacco più pericolosi per le aziende. Con lo spoofing di un’e-mail o la compromissione di un account fidato, i pirati informatici sono in grado di ingannare gli utenti e convincerli a trasferire milioni al di fuori dell’azienda o attivare un attacco ransomware con un singolo clic. Sebbene l’e-mail siano il punto di accesso nel 94% degli attacchi, i controlli di sicurezza tradizionali continuano a essere inadeguati.

I controlli e-mail tradizionali, sia native che di terze parti, agiscono analizzando le e-mail separandole e in un singolo punto temporale, correlandole a blacklist, firme e minacce predefinite. Seppur questo approccio sia utile in caso di spam e altre simili campagne indiscriminate “incrociate”, fallisce nel rilevare gli impercettibili indicatori di un nuovo attacco e-mail.

Mai come ora, per combattere il panorama delle minacce in continua evoluzione, la sicurezza delle e-mail moderne richiede innovazione e un cambio di mentalità.
Peter Firstbrook, VP Analyst di Gartner

Apprendendo in modo continuo il normale “pattern of life” di ogni utente e destinatario, la cyber AI di Darktrace è in grado di comprendere l’individuo dinamico che si cela dietro ad ogni alias. Ciò consente all’AI di rilevare le impercettibili deviazioni che rivelano anche gli attacchi più mirati, prima che possano avere un impatto.

Alimentato dalla tecnologia di self-learning di Darktrace leader al mondo, Antigena Email è in grado di rilevare l’intera gamma di attacchi e-mail, inclusi:

  • Spear phishing avanzato
  • Social engineering e furto d’identità
  • Acquisizione dell’account della supply chain
  • Business Email Compromise (BEC)
  • Furto di account interni
  • Perdita di dati esterni
  • Malware e ransomware sconosciuti
Scopri ulteriori informazioni su Antigena Email